Spuma per capelli ricci: quali caratteristiche deve avere? Come applicarla?

La spuma per capelli, come il gel e la lacca, funge da prodotto condizionante, in modo da conferirgli maggiore sostegno. Ma qual è quella più adatta ai capelli ricci? Come applicarla? Ci sono delle alternative alla spuma per i capelli?

Le caratteristiche della spuma e la sua applicazione

La spuma, generalmente, è composta da acqua, alcol, vitamine, silicone, coloranti, resina cationica ed emulsionanti. L’alcol, in particolare, funge come emulsionante delle varie sostanze, mentre la resina va a formare una pellicola sul capello che permette di acconciarli al meglio. Queste spume servono a mantenere la piega, soprattutto per chi ha capelli sottili, ma sono indicate anche per altri tipi di capelli.

Di quelle che presentano le caratteristiche adatte per i capelli ricci, se ne possono trovare diverse in commercio, da scegliere in base alle proprie esigenze e tipi di capelli, e se ne possono trovare diverse a base di ingredienti naturali, alcune dalle proprietà nutrienti ed idratanti. L’importante è saperle applicare correttamente, e la prima cosa da tenere presente è che bisogna porle su capelli puliti, in modo che non appesantiscano i capelli, se si uniscono al sebo.

Dopo aver lavato i capelli, si prendono due o tre noci di spuma, a seconda della lunghezza dei capelli, in modo da distribuirle in modo uniforme per la chioma, ma evitando il cuoio capelluto. Si raccolgono poi i capelli per ciocca tra le mani, strizzandoli leggermente dal basso verso l’alto, per poi asciugarli in maniera energica e veloce.

Alternative alle spume per capelli

Alla spuma ci sono, comunque, delle alternative, se lo si desidera, a cominciare dai gel, in particolare all’aloe. Questa pianta, infatti, non solo aiuta a mantenere il volume dei capelli, è anche lenitiva, antiossidante ed antinfiammatoria. Ci sono, poi, i gel ai semi di lino, da poter preparare anche in casi, che sono ottimi in estate, per proteggere i capelli dal sole.

Tra le altre alternative alla spuma si possono includere:

  • l’uso dei bigodini, grandi e piccoli che siano, da fermare con beccucci e/o roller, da applicare dopo aver sempre lavato i capelli e tamponati leggermente, asciugando poi i capelli a temperatura bassa, per ottenere capelli voluminosi;
  • l’utilizzo degli inventaricci, dei bigodini in silicone, con i quali si possono ottenere dei riccioli ben definiti. Essi si applicano sui capelli lavati ed asciugati con il phon, e arrotolare delle ciocche attorno a questi bigodini, stringendo le due estremità per fissarli. Dopo un’ora si possono sciogliere ed applicare un gel a tenuta forte;
  • usare dei diffusori per phon, al posto del normale bocchettone, inserendovi le punte dei capelli lavati, e asciugarli a temperatura media, procedendo alle punte fino alle radici. Nel caso che i capelli risultino troppo secchi, è possibile applicare prima alcune gocce di cristalli liquidi per proteggerli dal calore.